Vitamina B2 - riboflavina

Vitamina B1 | Vitamina B3
La vitamina B2 cura le infezioni, conserva l'integrità del sistema nervoso e favorisce l'utilizzazione energetica degli alimenti

Origini naturali?
Origini sintetiche?
La prescrizione medica è richiesta? No
Liposolubile o idrosolubile: idrosolubile

FormaggioLievito di birra
Germe di granoMandorle
Interiora di manzoPollo

  • Favorisce l'utilizzazione energetica degli alimenti.
  • Mantiene sane le mucose respiratorie, digestive e dei vasi se associata alla vitamina A.
  • Conserva l'integrità del sistema nervoso, della pelle, degli occhi.
  • Promuove uno sviluppo e una crescita regolari.
  • Cura le infezioni, la gastrite, le ustioni, i disturbi da alcolismo, le malattie epatiche.

  • Cura varie affezioni della vista.
  • Cura alcune dermatosi.
  • Ha un'attività anticancerogena.
  • Aumenta la crescita nelle fasi di sviluppo.
  • Aumenta la fertilità.
  • Protegge dallo stress.
  • Stimola la crescita dei capelli in soggetti calvi.
  • Migliora la vista.

  • Tutti i soggetti che hanno una dieta calorica e nutrizionale inadeguata o che richiedono un incremento nutrizionale.
  • Donne in gravidanza o che allattano.
  • I soggetti che fanno abuso di alcool o altre droghe.
  • I soggetti con malattie croniche logoranti, con stress prolungati o da poco sottoposti a interventi chirurgici.
  • Atleti e lavoratori che devono affrontare pesanti attività fisiche.
  • I soggetti a cui è stata rimossa una porzione del tratto gastrointestinale.
  • I soggetti con gravi ustioni o lesioni.
  • I soggetti che consumano quotidianamente cibi elaborati.
  • Donne che assumono contraccettivi orali o estrogeni.

  • Screpolature e irritazioni agli angoli della bocca.
  • Glossite-stomatite.
  • Eccessiva fotosensibilità.
  • Prurito e desquamazione della pelle intorno al naso, alla bocca, allo scroto, alla fronte, alle orecchie e al cuoio cappelluto.
  • Tremito.
  • Capogiri.
  • Insonnia.
  • Apprendimento lento.
  • Prurito, bruciore, occhi arrossati.
  • Danni alla cornea.

  • Anemia mlieve.
  • Letargia moderata.
  • Acne.
  • Emicranie e cefalee.

  • Riboflavina ematica.
  • Eritrocito riboflavina.
  • Glutatione reduttasi.

Fabbisogni giornalieri raccomandati (RDA): valori giornalieri raccomandati dal Food and Nutrition Board of the National Research Council, 1989.

EtàRDA
0-6 mesi0,4 mg
6-12 mesi0,5 mg
1-3 anni0,8 mg
4-6 anni1,1 mg
7-10 anni1,2 mg
Maschi
11-14 anni1,5 mg
15-18 anni1,8 mg
19-24 anni1,7 mg
25-50 anni1,7 mg
51+1,4 mg
Femmine
11-14 anni1,3 mg
15-18 anni1,3 mg
19-24 anni1,3 mg
25-50 anni1,3 mg
51+1,2 mg
Gravidanza1,6 mg
Allattamento 1-6 mesi1,8 mg
Allattamento + 7 mesi 1,7 mg


LARN: valori giornalieri raccomandati dalla S.I.N.U. (1996) - Società Italiana di Nutrizione Umana.

EtàLARN
6-12 mesi0,5 mg
1-3 anni0,7 mg
4-6 anni1 mg
7-10 anni1,4 mg
Maschi
11-14 anni2 mg
15-17 anni2 mg
18-29 anni2 mg
30-59 anni2 mg
60+2 mg
Femmine
11-14 anni2 mg
15-17 anni2 mg
18-29 anni2 mg
30-49 anni2 mg
50+2 mg
Gravidanza2,2 mg
Nutrice2,6 mg


Come agisce questa vitamina:
  • Componente in due co-enzimi (flavina mononucleotide e flavina adenina dinucleotide) necessaria alle funzioni cellulari.
  • Attiva la piridossina.
Miscellanea:
  • Una dieta bilanciata ne previene la carenza senza bisogno di integratori.
  • Dosi massicce possono dare una colorazione giallo scuro alle urine.
  • Cibi elaborati possono diminuire la quantità di vitamina B2.
  • La riboflavina è distrutta se mescolata al bicarbonato di sodio.
Disponibile sotto forma di:
  • Compresse: ingoiare intere con un bicchiere di liquido. Non masticare nè frantumare. Ingerire durante i pasti principali o entro un'ora e mezza da essi, se non sotto diversa prescrizione.
  • Componente di molti preparati di multivitamina/minerale.

Non fare assumere:

  • Agli allergici a qualsiasi vitamina del gruppo B.
  • Nell'insufficienza renale.
Valutate il vostro paziente in caso di:
  • In gravidanza.
Dopo i 55 anni d'età:
  • Il bisogno di vitamina B è maggiore.
Gravidanza:
  • Evitare le megadosi.
Allattamento:
  • Evitare le megadosi.
Effetti sugli esami di laboratorio:
  • La concentrazione di catecolamine urinarie può risultare erroneamente elevata.
  • Il rilevamento dell'urobilinogeno (Ehrlich's) può risultare erroneamente positivo.
Conservazione:
  • Conservare in luogo fresco e asciutto, lontano da luce diretta, non congelate.
  • Tenete lontano dalla portata dei bambini.
Altro:
  • Improbabili effetti tossici in soggetti sani con funzioni renali regolari.

  • Urina scura, nausea, vomito.
  • Per i sintomi da sovradosaggio: interrompere l'assunzione di vitamina. Vedi "Controindicazioni, effetti collaterali o sintomi da sovradosaggio".
  • Per i sintomi da overdose accidentale (come nel caso di un bambino che ne abbia ingerita un'intera bottiglia): ricorrete ad un intervento d'urgenza.

  • Urina gialla nel caso di alti dosaggi: non intervenite.

  • Antidepressivi (triciclico): diminuisce l'azione della vitamina B2.
  • Fenotiazina: diminuisce l'azione della vitamina B2.
  • Probenecid: diminuisce l'azione della vitamina B2.

  • Il fumo diminuisce l'assorbimento di vitamina B2. I fumatori potrebbero richiederne un'integrazione.
  • L'alcool ostacola la captazione e l'assorbimento della vitamina B2.