Vitamina B5

Vitamina B3 niacinamide | Vitamina B6
La vitamina B5 promuove una crescita e uno sviluppo regolari e favorisce l'utilizzazione energetica degli alimenti

Origini naturali?
Origini sintetiche?
La prescrizione medica è richiesta? Sì, per le forme iniettabili
Liposolubile o idrosolubile: idrosolubile

ArachidiLenticchie
AragostaLievito di birra
CarnePiselli
FegatoProdotti integrali
Germe di granoSemi di girasole
GorgonzolaSoja
GranoUova

  • Promuove una crescita e uno sviluppo regolari.
  • Favorisce l'utilizzazione energetica degli alimenti.
  • Favorisce la sintesi di parecchie sostanze organiche.

  • Facilita la cicatrizzazione delle ferite.
  • Riduce lo stress.
  • Restituisce ai capelli grigi il loro colore naturale.
  • Previene l'ingrigimento dei capelli.
  • Cura le allergie.
  • Cura i disturbi derivati dall'alcolismo, la cirrosi epatica.
  • Cura la costipazione.
  • Cura l'affaticamento.
  • Cura le ulcere gastriche.
  • Ritarda l'invecchiamento.

  • I soggetti con un introito alimentare calorico e nutrizionale inadeguato o che richiedono un incremento nutrizionale.
  • Persone anziane (oltre i 55 anni d'età).
  • Donne in gravidanza o che allattano.
  • I soggetti che fanno abuso di alcool o altre droghe.
  • I soggetti con malattie croniche logoranti, eccessi di stress prolungati o che hanno da poco subito un intrevento chirurgico.
  • Atleti e lavoratori che devono affrontare pesanti attività fisiche.
  • I soggetti a cui è stata chirurgicamente rimossa una porzione del tratto gastrointestinale.
  • I soggetti con gravi ustioni o lesioni.

  • Nessuno dimostrato per il solo acido pantotenico.
  • Tuttavia, la carenza di una vitamina del gruppo B indica solitamente una carenza di altri nutrienti del gruppo. L'acido pantotenico è abitualmente somministrato con altre vitamine B se si verificano sintomi da carenza specifici di quel gruppo, fra cui affaticamento, disturbi del sonno, inappetenza, nausea.

  • Neuropatia.
  • Problemi respiratori.
  • Problemi dermatologici.
  • Capelli grigi.
  • Artrite.
  • Allergie.
  • Difetti alla nascita.
  • Affaticamento mentale.
  • Cefalee.
  • Disturbi del sonno.
  • Spasmi muscolari, crampi.

  • Le metodologie sono limitate e molto costose. Attualmente questi esami sono orientati esclusivamente a scopi di ricerca. Sono utilizzati dei metodi per misurare i livelli nel sangue e i livelli nell'urina raccolta nelle 24 ore.

Fabbisogni giornalieri raccomandati (RDA): valori giornalieri raccomandati dal Food and Nutrition Board of the National Research Council, 1989.

EtàRDA
0-6 mesi2 mg
6-12 mesi3 mg
1-3 anni3 mg
4-6 anni4 mg
7-10 anni5 mg
Maschi
11-14 anni7 mg
15-18 anni7 mg
19-24 anni7 mg
25-50 anni7 mg
51+7 mg
Femmine
11-14 anni7 mg
15-18 anni7 mg
19-24 anni7 mg
25-50 anni7 mg
51+7 mg
Gravidanza7 mg
Allattamento 1-6 mesi7 mg
Allattamento + 7 mesi7 mg

Durante la gravidanza e l'allattamento il fabbisogno di questa vitamina potrebbe aumentare di un terzo.

Come agisce questa vitamina:
  • Agisce come co-enzima nel metabolismo energetico dei carboidrati, delle proteine e dei grassi.
Disponibile sotto forma di:
  • Compresse: ingoiare intere con un bicchiere colmo di liquido. Non masticare nè frantumare. Ingerire durante i pasti principali o entro un'ora e mezza da essi, se non sotto diversa prescrizione.
  • Costituente di molti preparati di multivitamina/minerale.
  • Destropantenolo (panthoderm), una lozione o crema da applicare su ustioni, ferite o abrasioni. Dà sollievo al prurito e lenisce le piaghe.

Non fare assumere:

  • Agli allergici all'acido pantotenico.
  • A chi assume il levodopa per il morbo di Parkinson.
Valutate il vostro paziente in caso di:
  • Emofilia.
Dopo i 55 anni d'età:
  • Non dovrebbero esserci problemi particolari.
Gravidanza:
  • Non superate le dosi consigliate.
Allattamento:
  • Non superate le dosi consigliate.
Conservazione:
  • Conservare in luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta, ma non congelare.
  • Tenere lontano dalla portata dei bambini.
Altro:
  • Evitare le megadosi.
  • Consigliare la prescrizione.

Diarrea e ritenzione di acqua in seguito a ingerimento di megadosi - da 10 a 20 grammi al giorno. Tale dose non è rischiosa per la vita.

  • Per i sintomi da sovradosaggio: interrompere l'assunzione di vitamina. Vedi "Controindicazioni, effetti collaterali o sintomi da sovradosaggio".
  • Per i sintomi da overdose accidentale (come nel caso di un bambino che ne abbia ingerita un'intera bottiglia): ricorrete ad un intervento d'urgenza.

  • Nessuno specifico con un regolare introito.
  • Valutate l'intervento se avete il sospetto che nuovi sintomi siano causati dall'assunzione di acido pantotenico.

  • Levodopa: anche modeste quantità di acido pantotenico annullano l'effetto del levodopa. La combinazione di levodopa e carbidopa non è intaccata da questa interazione.

  • Il fumo diminuisce l'assorbimento della vitamina B5. I fumatori possono richiederne un'integrazione.