Vitamina H - biotina

Vitamina E - tocoferolo | Vitamina K - fitonadione
La vitamina H - biotina coopera alla formazione degli acidi grassi e facilita il metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati

Origini naturali?
Origini sintetiche? No
È richiesta la prescrizione medica? No
Liposolubile o idrosolubile: idrosolubile

AnacardiNoci
ArachidiPiselli
AvenaPiselli secchi
BurroPollo
CarniRiso integrale
Fegato di vitelloSemi di girasole
FormaggioSemi di soja
Grano saracenoSgombro
LatteTonno
LenticchieUova
Lievito di birra

  • Coopera alla formazione degli acidi grassi.
  • Facilita il metabolismo degli aminoacidi e dei carboidrati.
  • Promuove le funzioni regolari delle ghiandole sudoripare, del tessuto nervoso, del midollo osseo, delle ghiandole sessuali maschili, degli eritrociti, della pelle, dei capelli.

  • Cura la calvizie.
  • Allevia i dolori muscolari.
  • Cura le dermatiti.
  • Allevia la depressione.

  • I soggetti con un introito alimentare calorico e nutrizionale inadeguato o che richiedono un incremento nutrizionale.
  • Soggetti che consumano una grande quantità di uova crude che contengono una sostanza che inibisce la biotina. La cottura distrugge questa sostanza e si elimina il problema.

Bambini:

  • Desquamazione cutanea sul viso e sul capo.
Adulti:
  • Fatica.
  • Depressione.
  • Sonnolenza.
  • Nausea.
  • Inappettenza.
  • Dolori muscolari.
  • Perdita dei riflessi muscolari.
  • La lingua diventa molle e pallida.
  • Perdita dei capelli.
  • Ipercolesterolemia.
  • Anemia.
  • Disturbi alla pelle.

  • Sindrome della morte improvvisa del neonato (SIDS).

Nessuno, se non per scopi sperimentali.

Fabbisogni giornalieri raccomandati (RDA): nessuna RDA è stata stabilita.
Valori giornalieri di sicurezza:

EtàIntroito
0-6 mesi35 mg
6-12 mesi50 mg
1-3 anni65 mg
4-6 anni85 mg
7-10 anni120 mg
Sopra gli 11 anni100÷200 mg


Come agisce questa vitamina:
  • La biotina è necessaria per una crescita e uno sviluppo regolari e per il mantenimento della salute.
Miscellanea:
  • I batteri intestinali producono tutta la biotina di cui il nostro corpo ha bisogno, non c'è quindi un'evidenza sostanziale per cui adulti sani e normali necessitino di un supplemento di biotina.
Disponibile sotto forma di:
  • Compresse o capsule: ingoiare intere con un bicchiere colmo di liquido. Non masticare nè frantumare. Ingeritele durante o immediatamente dopo i pasti principali per diminuire l'irritazione allo stomaco.
  • Componente di molti preparati di multivitamina/minerale.

Non prendere nel caso in cui:

  • Non ci sono precauzioni specifiche.
Valutate il vostro paziente in caso di:
  • Non ci sono precauzioni specifiche.
Dopo i 55 anni d'età:
  • Non ci sono precauzioni specifiche.
Gravidanza:
  • Non ci sono precauzioni specifiche.
  • Evitare le megadosi.
Allattamento:
  • Non ci sono precauzioni specifiche.
  • Evitare le megadosi.
Effetto sugli esami di laboratorio:
  • Nessuno.
Conservazione:
  • Conservare in luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta, ma non congelare.
  • Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Le dosi consigliate sull'etichetta dai produttori non sono tossiche.

  • Per i sintomi da sovradosaggio: interrompere l'assunzione della vitamina. Vedi "Controindicazioni, effetti collaterali o sintomi da sovradosaggio".
  • Per i sintomi da overdose accidentale (come nel caso di un bambino che ne abbia ingerita un'intera bottiglia): ricorrete ad un intervento d'urgenza.

Non se ne riscontrano.

  • Antibiotici (a largo spettro): attività antibatterica sulla flora intestinale coinvolta nella produzione di biotina. Ciò può condurre ad una significativa carenza di questa vitamina.
  • Solfonammidi: attività batteriostatica sulla flora intestinale coinvolta nella produzione di biotina. Ciò può condurre ad una significativa carenza di questa vitamina.

  • Alimenti: il consumo di una grande quantità di albume d'uovo può causare una carenza di biotina. L'albume contiene avidina, una sostanza che impedisce all'organismo di assimilare la biotina.
  • Il fumo diminuisce l'assorbimento della biotina. I fumatori potrebbero richiederne un'integrazione.